Mercoledì 22 Novembre 2017
Dimensione caratteri
Ti trovi qui:In Comune»Il Comune Informa»CORCIANO 2.0 – MARKETING E SERVIZI DI PROSSIMITA’

CORCIANO 2.0 – MARKETING E SERVIZI DI PROSSIMITA’

  • Lunedì, 20 Luglio 2015 13:45

Durante la presentazione, nella Sala dell’Antico Mulino, ai produttori delle eccellenze agroalimentari del territorio ed alla cittadinanza del progetto Corciano 2.0 – Marketing e Servizi di prossimità il Sindaco Cristian Betti ha sottolineato l’impegno dell’amministrazione al fianco dell’innovazione, convinti che solo un approccio strategico integrato ed innovativo può tramutarsi in vettore intelligente delle potenzialità economiche e culturali che incidono sullo sviluppo del territorio.

“Un Comune deve essere in grado di seguire l’attività ordinaria, chiudere le buche e tagliare l’erba, ma è altrettanto importante che sappia preparare il terreno per il futuro. L’attitudine all’innovazione tecnologica è un approccio attuato fin dal nostro insediamento e quanto stiamo progressivamente presentando (recente l’introduzione della fibra ottica a copertura della dorsale più popolosa del Comune, della zona industriale di Taverne fino al Comune di Magione, con il quale si è partecipato ad un bando finanziato dal Mise, degli edifici pubblici e scuole, oltre a 18 videocamere di sorveglianza – ndr) andrà a costituire il fiore all’occhiello dei 5 anni di legislatura”.

Il progetto “Corciano 2.0. Marketing e servizi di prossimità”, è stato realizzato con i fondi del programma di sviluppo Rurale per l’Umbria 2007/2013 - misura 3.1.3 “Incentivazione di attività turistiche”. “Si conclude – ha spiegato il Sindaco – un percorso avviato da 2 anni. Con l’attuazione dei quattro interventi specifici in cui si struttura Corciano 2.0. Marketing e servizi di prossimità, si è riusciti a creare un’offerta integrata e multifunzionale, in grado di soddisfare i bisogni di un consumatore/viaggiatore alla continua ricerca di informazioni e garanzie sulla qualità dei prodotti tipici e sulla cultura immateriale ma anche sulle caratteristiche della ricettività del territorio. Da ora in poi, quindi, la visita di Corciano sarà una visita esperienziale basata sulla conoscenza, sull’interazione, sul confronto e sull’esplorazione. Al viaggiatore in cerca di un contatto diretto con la cultura, l’identità e gli stili di vita del luogo sarà data la possibilità di interagire autenticamente con la realtà locale e con il territorio. Il tutto sempre in una logica di sostenibilità. L’intento è far fare un salto di qualità al Borgo, ormai percorribile in tutte le sue strutture grazie alla Web-App MyCorciano e senza l’ausilio delle cartine di carta ma , utilizzando una modalità di tipo integrata, inusuale e poco diffusa non solo in Umbria ma nell’intero Paese, quali i QrCode.

“Corciano 2.0 – ha proseguito - offre ed offrirà servizi essenziali, perché chi sceglie le destinazioni guarda soprattutto ai servizi”. Le direttrici lungo le quali si è attuato il progetto – costruite dalle professionalità interne all’Amministrazione, in prima linea l’Ufficio Cultura e Turismo, e supportate a livello tecnico dalle aziende Semplicittà Srl e Dream Factory – hanno consentito la realizzazione di nuovi strumenti di comunicazione, basati sull’utilizzo di tecnologie innovative disponibili per sistemi operativi mobili e wireless (App e Qrcode). La realizzazione di PiazzeWiFi, diffondendo il Wi-Fi e la comunicazione in mobilità, rendono il Borgo di Corciano multicanale, con una rete di punti accesso wireless che consentono di distribuire media e servizi di connettività all’interno di uffici pubblici, musei e, in generale, in spazi pubblici (indoor e outdoor) ad elevata affluenza.

L’App MyCorciano è passata dalla struttura nativa ad una supportata da tutti i sistemi operativi (Android e Apple), ottimizzata per tablet, capace di garantire interattività tramite il multi-touch e la facilità di connessione a reti Wi-Fi, libere e gratuite, in alcune piazze e vie del Borgo, nei musei.

Nel Centro produzioni Prodotti Tipici, inoltre, sarà possibile accedere alla piattaforma multimediale (e-commerce) messa gratuitamente a disposizione dei produttori delle eccellenze agroalimentari del territorio aderenti al progetto. E’ un modo per essere visti e contattati senza che il cliente debba raggiungere la cantina o l’azienda agricola – ha aggiunto ancora il Sindaco - ma l’auspicio è che i produttori possano continuare a lavorare insieme, uniti in Consorzio, per la valorizzazione delle eccellenze locali”. Ulteriore speranza è che la vetrina delle eccellenze sia implementata con l’aggiunta di altre “eccellenze”, anche di settori diversi, al pari di tutti i servizi offerti dalla nuova infrastruttura tecnologica, ampliabile– hanno evidenziato dall’Ufficio Cultura e Turismo – senza ulteriori aggravi di spesa per il Comune.

Sull’aspetto, affatto irrilevante dello “spirito di comunità”, ha insistito l’assessore all’innovazione tecnologica Franco Baldelli (bilancio, personale e servizi scolastici le altre deleghe – ndr). “L’App – ha detto – è un modo per fare squadra tra pubblico e privato, proponendosi al di fuori dei confini”, non a caso tutti i contenuti multimediali (audio e video guide) sono stati realizzati con la partecipazione volontaria di esperti, studenti e cittadini.

Letto 9405 volte Ultima modifica il Lunedì, 20 Luglio 2015 15:20

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

 

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.