Venerdì 10 Aprile 2020
Dimensione caratteri
Ti trovi qui:Servizi online»Per il cittadino»Imposte e tasse»ICI»Esenzione ici per l’abitazione principale e fattispecie assimilate

Esenzione ici per l’abitazione principale e fattispecie assimilate

  • Giovedì, 29 Maggio 2014 12:23

A norma dell’art. 1 del D.L. 27/05/2008, n. 93 A DECORRERE DALL’ANNO 2008 è esclusa dall’ICI l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo, fatta eccezione per le unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali A/1-A/8-A/9.
Per abitazione principale si intende, a norma dell’art. 8, comma 2, del D.Lgs 504/92, l’unità immobiliare nella quale il contribuente ha la sua residenza anagrafica, salvo prova contraria.
L’esenzione dall’ICI si applica inoltre, sempre fatta eccezione per le unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali A/1-A/8-A/9:

  1. alle pertinenze dell’abitazione principale
    si ricorda che, a norma dell’art. 6 ter del vigente regolamento comunale ICI, si considerano pertinenze le unità immobiliari di categoria catastale C/2-C/6-C/7 destinate in modo durevole al servizio dell’abitazione ed effettivamente utilizzate, ai sensi dell’art. 817 del cod. civ.
     
  2. alle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari;
     
  3. agli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti Autonomi case popolari (IERP);
     
  4. alle unità immobiliari possedute da coniugi non assegnatari in caso di separazione legale, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, a condizione che i medesimi non siano titolari del diritto di proprietà o di altro diritto reale su un immobile destinato ad abitazione situato nello stesso comune ove è ubicata la casa coniugale;
     
  5. alle unità immobiliari concesse in uso gratuito a parenti fino al secondo grado a norma dell’art. 6 del vigente regolamento comunale ICI e relative pertinenze;
     
  6. alle unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziano o disabile che acquisisce la residenza in istituto di ricovero sanitario a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

Ipotesi ancora soggette all’imposta:

  • Unità immobiliari destinate ad abitazione principale e assimilate appartenenti alle categorie catastali A/1-A/8-A/9 e relative pertinenze.A tali fattispecie continuano ad applicarsi l’aliquota deliberata dal Comune per l’abitazione principale, nonché le relative detrazioni (fatta eccezione, relativamente a quest’ultime, per gli immobili concessi in uso gratuito).
     
  • Unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o usufrutto in Italia da cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato
    In tale ipotesi, a condizione che l’unità immobiliare non sia locata, è possibile applicare l’aliquota agevolata deliberata dal Comune per le abitazioni principali ancora soggette all’imposta, nonché la detrazione prevista dall’art. 8 del D.Lgs 504/92.

 

Letto 14525 volte

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

 

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.